Siti e patrimoni storici2021-06-28T11:52:18+02:00

Controllo degli accessi nei siti storici e del patrimonio culturale

Musei, edifici storici, siti classificati: questi luoghi prestigiosi sono altamente esposti dal punto di vista sia della sicurezza delle persone (visitatori e personale) sia della sicurezza delle opere che ospitano.
Il controllo degli accessi nel settore dei siti storici deve far fronte alle sfide di contesti altamente sensibili e soggetti a nuove minacce.

I siti storici minacciati

Dopo che opere d’arte inestimabili, testimoni della ricchezza delle civiltà antiche del Medio Oriente, sono state metodicamente saccheggiate e talvolta distrutte sotto i nostri occhi, il controllo degli accessi dei siti storici e del patrimonio culturale assume una particolare importanza. La minaccia non proviene più solo da individui isolati, vandali o ricettatori, ma da organizzazioni che vedono nella storia un forte simbolo identitario e quindi un obiettivo primario.
Il controllo degli accessi può variare a seconda che si tratti di edifici contemporanei che ospitano collezioni di opere d’arte oppure di edifici storici ancora dotati delle loro decorazioni antiche e che sono a volte sede di prestigiosi musei. In qualsiasi caso si impone il massimo del rigore per difendere uno dei fondamenti simbolici della convivenza.

Un controllo degli accessi per siti ad alta frequentazione

Molti siti storici sono tra i più frequentati di un comune o una regione. Questi flussi importanti richiedono un personale numeroso per garantirne la sorveglianza e la manutenzione.
I siti del patrimonio sono costituiti da spazi eterogenei: sale aperte al pubblico, locali riservati al personale, depositi o negozi. Questa complessità è ulteriormente aumentata dal ricorso frequente a subappaltatori.
Il controllo degli accessi svolge quindi un ruolo fondamentale per garantirne la sicurezza.

La soluzione LOCKEN propone chiavi elettroniche con autorizzazioni di accesso che possono essere configurate per un’intera categoria di personale o singolarmente.
Le autorizzazioni possono essere concesse solo per una zona specifica e una durata variabile, ad esempio solo alcune ore per gli interventi dei subappaltatori. Trascorso questo tempo, la chiave diventa inutilizzabile.
Il software LOCKEN Smart Access (LSA), che trasmette le autorizzazioni di accesso alla chiave, prevede una funzione di reporting. La soluzione di controllo degli accessi LOCKEN, poiché consente di individuare qualsiasi movimento sospetto e di rilevare una complicità interna, ha quindi anche una funzione decisamente dissuasiva.

Un controllo degli accessi per siti vasti

Musei ed edifici storici occupano spesso vaste superfici.
Alcuni sono stati progettati per accogliere centinaia o migliaia di persone. Gli accessi, che si tratti delle porte degli edifici o degli ingressi del parco, sono spesso numerosi e, con chiavi tradizionali, sovraccaricano i mazzi degli utenti, moltiplicando i rischi di perdita o furto.
Il controllo degli accessi LOCKEN consente a ogni utente di portare con sé solo una chiave, programmata per aprire molteplici cilindri di tutti i tipi, dalle serrature di porte ai lucchetti dei cancelli.
La chiave elettronica LOCKEN è ideata per resistere alle intemperie ed è perfettamente adatta agli accessi esterni. E grazie alla sua resistenza è certificata EN1303/grado 2.

Un controllo degli accessi rispettoso degli edifici storici

Il controllo degli accessi degli edifici antichi deve conciliare il rispetto dell’integrità dei luoghi e la messa in sicurezza degli accessi contro minacce in continua evoluzione.
Spesso viene esclusa la possibilità di cambiare le porte o di eseguire lavori di cablaggio che prevedrebbero la foratura dei muri e scavi nei pavimenti.

A questi problemi, il controllo degli accessi LOCKEN offre una soluzione intelligente, perché prevede solo di sostituire il cilindro originale con un modello elettronico dello stesso formato. La nuova serratura non richiede alcun cablaggio, perché è la chiave che fornisce le autorizzazioni di accesso e l’energia.
Per adattarsi a tutte le configurazioni, la soluzione LOCKEN prevede una gamma di 300 cilindri, che rispettano gli standard normativi più comuni (europeo, svizzero, britannico…).
Il controllo degli accessi LOCKEN integra una tecnologia all’avanguardia e rispetta l’integrità degli edifici antichi, contribuendo così a proteggerne l’identità e a preservare lo spirito dei luoghi.

I casi dei nostri clienti nel settore del patrimonio

100.000
utenti giornalieri
150.000
siti di installazione in Europa
1.500.000
accessi quotidiani
Contattaci
Contattaci